Cos’è la coordinazione genitoriale

La Coordinazione Genitoriale è un processo di risoluzione alternativa delle controversie (c.d. ADR) centrato sul bambino attraverso il quale un professionista della salute mentale o di ambito giuridico, con formazione ed esperienza nella mediazione familiare, aiuta i genitori altamente conflittuali ad attuare il loro piano genitoriale, facilitando la risoluzione delle controversie in maniera tempestiva, educandoli in merito ai bisogni dei loro figli e, previo consenso delle parti e /o del giudice, prendendo decisioni all’interno dell'ambito dell'ordine del tribunale o del contratto di incarico ricevuto.

La Coordinazione Genitoriale viene impiegata nei casi di elevata conflittualità cronica a seguito dell’evento separativo della coppia genitoriale; l’alto e duraturo livello di conflitto cui i figli della coppia sono esposti rischia di far sviluppare disturbi dell’adattamento e relazionali.

La coordinazione genitoriale può aiutare a ridurre il conflitto dei genitori, può proteggere i bambini dall'esposizione ai disaccordi dei loro genitori senza coinvolgimento del tribunale e può promuovere, tutelare e mantenere delle funzionali relazioni genitori-bambino nel primario e superiore interesse dei figli di genitori separati.

La coordinazione genitoriale è indicata nei casi in cui:
• è presente elevato e ricorrente contenzioso giudiziario, su questioni che riguardano i minori;
• la mediazione non ha avuto successo o è stata ritenuta inappropriata;
• i genitori hanno bisogno di aiuto per attuare il loro piano genitoriale;
• i genitori hanno difficoltà a comunicare le informazioni sul benessere del loro bambino;
• sono presenti situazioni complesse che riguardano i figli o la famiglia e che richiedono una gestione intensiva dei casi.

La coordinazione genitoriale non è indicata nei casi in cui è stato determinato che il processo può compromettere la sicurezza di uno dei genitori.

Il coordinatore genitoriale viene generalmente nominato tramite un provvedimento del tribunale e/o un accordo di incarico sottoscritto dai genitori con la finalità di attuare il piano genitoriale ovvero il programma di genitorialità condivisa.

I coordinatori genitoriali aiutano i genitori fornendo informazione e consiglio (o raccomandazioni):
• sulla co-genitorialità e la comunicazione dei genitori;
• sui bisogni psicologici ed evolutivi del bambino;
• su come gestire i conflitti e ridurre gli effetti negativi della discordia sul bambino;
• per una genitorialità efficace dopo la separazione.
Per aiutare genitori e figli, il coordinatore utilizza risorse presenti nella sfera sociale delle persone, nella comunità e collabora con altri professionisti (inserire link con pagina 5) al servizio della famiglia.

DEFINIZIONE (traduzione ufficiale di OPL Ordine degli Psicologi della Lombardia da Linee guida di AFCC Association of Family and Conciliation Courts)
La Coordinazione Genitoriale è un processo di risoluzione alternativa delle controversie (c.d. ADR) centrato sul bambino attraverso il quale un professionista della salute mentale o di ambito giuridico, con formazione ed esperienza nella mediazione familiare, aiuta i genitori altamente conflittuali ad attuare il loro piano genitoriale, facilitando la risoluzione delle controversie in maniera tempestiva, educandoli in merito ai bisogni dei loro figli e, previo consenso delle parti e /o del giudice, prendendo decisioni all’interno dell'ambito dell'ordine del tribunale o del contratto di incarico ricevuto.